Smart Factory Lab

VISION

Grazie alla Internet of Things e ai cosiddetti sistemi cyber fisici, si stima che, nel 2020, almeno 60 miliardi di oggetti intelligenti saranno collegati in rete. Una smart factory è quindi un’azienda che basa su sistemi automatizzati e intelligenti, che operano in maniera autonoma e in contatto con l’ambiente circostante. Ne è un esempio la smart factory di Adidas ad Ansbach in Germania, dove costi, flessibilità di produzione e design innovativo sono risolti con l’uso di stampanti 3D. Questo cambio di paradigma nella produzione industriale sta coinvolgendo anche una transizione dai materiali tradizionali ai materiali funzionali. Negli ultimi anni, anche grazie allo sviluppo di nanotecnologie in grado di manipolare la materia su scala molecolare e di generare sistemi e dispositivi, con dimensioni dell’ordine del nanometro (1 nm=10 −9 m), sono stati sviluppati nuovi materiali con funzioni sorprendenti. Questi materiali sono alla base di una vera e propria rivoluzione e sono destinati a incidere profondamente sul nostro modo di vivere nei prossimi decenni. Spesso tali materiali funzionali avanzati sono chiamati intelligenti (smart materials) a indicare una loro capacità di svolgere funzioni di tipo superiore.
L’Università di Torino raccoglie all’interno dei suoi dipartimenti le conoscenze e le competenze per affrontare gli sviluppi dell’Industria 4.0 e dei materiali intelligenti, tuttavia, queste tematiche di ricerca sono nelle loro applicazioni fortemente multidisciplinari e richiedono un approccio non convenzionale per poter essere affrontate da tutte le angolazioni. Il laboratorio Smart Factory e Smart Materials di ICxT si pone come collettore delle conoscenze specialistiche coltivate all’interno dei dipartimenti tematici, e luogo ove convogliare le differenti competenze col metodo del Contamination Lab nel rispetto dei valori della responsabilità sociale.

MISSION

  • Creare team di ricerca con competenze derivanti da discipline diverse in cui la contaminazione e l’incrocio di conoscenze consentono di sviluppare progetti di innovazione e nuovi modelli di business.
  • Fornire competenze specialistiche dalla chimica all’economia, dalle scienze sociali alla biologia per partnership industriali in progetti finanziati sui temi di Industria 4.0 e materiali funzionali.
  • Creare think tank a supporto di aziende ed enti territoriali.

CARATTERISTICHE DISTINTIVE

Le aziende e gli enti che intraprendono una collaborazione col laboratorio Smart Factory e Smart Lab avranno accesso alle attrezzature del laboratorio (Stampanti 3D, scanner 3D,) ed un canale di accesso alle strumentazioni dei Dipartimenti aderenti ad ICxT.

    • Servizio di problem solving (Crowdfounding, problem framing, root cause analysis,…)
    • Servizio di network building per progetti finanziati
    • Servizio di ricerca bibliografica su banche dati scientifico/tecnologiche e brevettuali con analisi dei risultati.

Team

mzanetti.fotografia

MARCO ZANETTI
Responsabile del laboratorio

Claudia Barolo – Dipartimento di Chimica
Lia Tirabeni – Dipartimento Culture Politiche e Società

News

Gallery

Videogallery